Tag

,

Dal 10 agosto sarà visitabile al SottoVetro di Casciana terme (via Roma 10) la mostra personale di Franco Baroni, curata da Paola Landini e Raffaela Maria Sateriale, per la nostra Associazione culturale Fuori dal Museo.

“In questa esposizione sono raccolti alcuni dipinti su carta di Franco Baroni (1929-2012), pittore nato e vissuto a Livorno, dove per oltre un sessantennio ha praticato con passione la pittura in cui si è caratterizzato per i tratti sempre vivacemente colorati e pieni di energia. Questi sono stati gli elementi unificatori della sua vasta produzione pur nella varietà delle forme che ha voluto sperimentare, non per rendere omaggio alle tante mode artistiche del secondo Novecento, ma spinto da un occhio attento ai mutamenti estetici, economici, sociali spesso portatori di crisi e incertezze soprattutto nel rapporto dell’io con se stesso, e tali da mettere in dubbio la comprensibilità e riproducibilità della realtà stessa.

Delle capacità di invenzione e di continuo rinnovamento di questo artista i disegni qui esposti sono esempi concreti. Si tratta di opere riconducibili a epoche molto diverse, un trentennio le separa: alcune risalgono agli anni Sessanta, altre agli anni Novanta. Le più lontane negli anni registrano il suo abbandono del figurativismo degli esordi e il passaggio all’astrattismo, talora in forme geometrizzanti, talora in forme più morbide e avvolgenti, ma sempre dai colori forti e rilevati. Le più recenti sono ancora caratterizzate dalla vivace colorazione, segno di una vitalità persistente nonostante il passare degli anni, e da una geometricità che si esprime in linee, piani, sfere convergenti e o divergenti, in cui convivono ordine e disordine e quest’ultimo è sempre risolto in positivo. Il pittore sembra riprodurre la dinamica interna alla realtà in cui ogni forma passa dall’uno all’altro in perenne divenire: processo che questo pittore ha saputo esprimere con un volo intrecciato di intuizione, razionalità, fantasia, visionarietà. E anche quando il mondo e la storia sembrano lontani, eccoli affacciarsi attraverso un piccolo dettaglio (una striscia punteggiata ricavata dalla scheda perforata di un computer, un pezzo di tela jeans). Allusioni dettate dal senso dell’ironia tipica dell’artista e dell’uomo Franco Baroni”.

Paola Landini

Casciana Terme 10 agosto 2014

Franco Baroni

L’esposizione di opere scelte segue un allestimento assai particolare che volutamente richiama quello della mostra personale dell’artista presso l’Ecomuseo dell’alabastro di Castellina Marittima, intitolato “Franco Baroni. Altalena di colori”, a cura della stessa Raffaela Maria Sateriale. E’ un delicato omaggio all’artista scomparso oramai due anni orsono, un lirico componimento espositivo dedicato alla sua interpretazione lieve, ironica e decisamente “ascensionale”, capace di far sollevare in alto lo sguardo anche tra le meschinita’ della vita… Ci piace concludere cosi’ questo ciclo di esposizioni/proposizioni per il progetto “Fondi sfitti/Sguardi incrociati”, promosso con il Comune di Casciana terme Lari, che ha visto la nostra associazione abitare, ospite, uno spazio di presidio della volonta’ di spingere lo sguardo piu’ in la’…

Siamo grati al Comune di Casciana terme Lari per l’ospitalita’ e per l’importante occasione offertaci di portare il nostro punto di vista, di attenti appassionati della realta’, nelle sue diverse sfumature e criticita’.

E’ stato un modo di testimoniare l’amore per il territorio delle prime colline pisane, aree periferiche, ma ricche di potenzialita’ e di persone ancora capaci di scambiarsi qualcosa di genuino…

Annunci