L’Associazione culturale Fuori dal Museo è lieta di invitarvi
a Montelisi, p.zza C. Battisti, 9 – Crespina (PI),
per il nuovo percorso di arte contemporanea, che si terrà
dal 21 settembre al 12 ottobre 2014.

 SCAMBI DI MEMORIA

DAL SOLSTIZIO ALL’EQUINOZIO

A cura di M. Francesca Pepi

 con il patrocinio del Comune di Crespina Lorenzana
in collaborazione con Biblioteca comunale di Crespina Lorenzana
Associazione Amanita, Gruppo Amici della Poesia di Pontedera
Gruppo Culturale Fornace Pasquinucci, Slow Food Valdera
Rosalba Bartolotti
Spirale
Ouverture
21 settembre dalle ore 16 alle 22.30

Sentieri narranti nel bosco verso l’Invisibile Città degli scambi di memoria.

Percorso collettivo tra installazioni e performances intermediali.¹
Dal 21 settembre al 12 ottobre 2014
 Gli artisti
Riccardo Brotini, Gian Luca Cupisti, Comitato Teste Fiorite, Compagnia Teatrale Quint&ssenza, Ignazio Fresu, I Santini Del Prete, Bruno Larini, Lights, Caterina Pecchioli, Stefania Puntaroli, Carlo Romiti, Erica Sagona, Lizzy Sainsbury, Giacomo Saviozzi, Lorena Sireno, Bruno Sullo, Massimiliano Turini, Giacomo Verde.
Il senso del progetto.  
Riappropriarsi in modo collettivo e personale del senso del Tempo e del Luogo, cogliendo chiavi di lettura e depositando a propria volta suggestioni e memorie, che confluiranno nella memoria stessa del ‘giardino’, già carico di visioni e di tracce, metafora di un’utopia della convivenza da lasciare in eredità come tensione e azione…
Tentare di scorgere indizi di memorie silenziose, sospese o scivolate nel tempo, dimenticate o in attesa di riprendere di nuovo forma e voce…
Liberamente ispirato a “Le Città invisibili” di Italo Calvino ed in particolare ad Eufemia, la città “in cui ci si scambia la memoria ad ogni solstizio e a ogni equinozio”, il percorso artistico si sviluppa attraverso installazioni e performances tese a spostare l’asse dall’antropocentrismo che contraddistingue la società utilitarista e consumistica. L’aspirazione è a far affiorare il senso profondo del tempo, la specificità di luoghi, paesaggi, accadimenti, di una pluralità di elementi naturali e artificiali che hanno preceduto il nostro affacciarci nel tempo e che continueranno ad “esserci”, nel variare delle stagioni, se non ne comprometteremo in modo irreversibile la natura e i tratti…

La presentazione in pdf:

Scambi di memoria Dal solstizio all’equinozio

Scambi di memoria. Dal Solstizio all'Equinozio

Il programma:

Ore 16
Ouverture!
Percorso collettivo tra installazioni e performances intermediali.¹
Ore 19.30
Brindisi etico
E degustazione di prodotti Km0
Con il patrocinio di Slow Food Valdera
 
Meditazioni notturne intorno agli scambi di memoria.
Rosalba Bartolotti. Letture di passi scelti da
Elémire Zolla tratto da “Lo stupore infantile”.
 
Ore 21.30
Compagnia Quint&ssenza
Le Muse
Corto teatrale liberamente tratto da I dialoghi con Leucò di Cesare Pavese
Regia di Sandro Billeri
Assistente alla regia: Antonella Bertelli
Con Michelle Kossler e Matteo Menenti
Ore 22
Lights
Il Buio. Lights in the dark.
Small visual concert
 
Ore 16>19
Area Kids                      
Crea la tua Città invisibile…a Montelisi
CONCORSO 3>13 anni
 fuoridalmuseo.wordpress.com/Montelisikids
 
Il percorso d’arte sarà visitabile fino al 12 ottobre, sabato e domenica ore 16>19 e su appuntamento: fuoridalmuseo@gmail.com
 

Ed inoltre:

Sabato 27 settembre
Domenica 12 ottobre

Visite guidate in ville, giardini e oratori di Crespina.

APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA:

 
Domenica 28 settembre
Ore 17.30
TRILOGIA POPOLARE
Presentazione del libro e del progetto di Mauro Andreani e Paolo Bottari
Introduzione a cura di M. Francesca Pepi
 
Lunedì 29 settembre
MARATONA DI LETTURA nel verde
A cura della biblioteca comunale
Estrazione di oli essenziali a cura di Bernardo Melai
 
Venerdì 3 ottobre
Ore 17.30
Dietro le quinte del restauro
A cura di Giovanni Cabras
 
Domenica 12 ottobre
Visita guidata itinerante e…
Ore 17
Giacomo Verde
“Da lontano”. Il telegrafo, 1844>2014.
Performance con disegno elettrico ed esperimento di comunicazione eterea. 
Ore 18
Reading di poesia
A cura di Edi Milianti e del Gruppo Amici della Poesia di Pontedera
Intermezzi musicali a cura di Francesca Cangemi

Si ringraziano:

Fattoria La Tana – Via Lustignano, 6 – 56040 Crespina (PI) – Tel./Fax +39 050 634371; mob. 348 7604698; 
e-mail: info@fattorialatana.com;  web: http://www.fattorialatana.com
 
Tenuta Agricola Torre a Cenaia  – Via Delle Colline, 63 – 56040 Cenaia – Crespina (PI)  Tel +39 050-643739 – Fax +39 050-644077 e-mail: info@torreacenaia.it; web:
 
Cantine Gini – Via Alcide De Gasperi, 5 – 56040 Cenaia – Crespina (PI) tel. 050 643444 e-mail: info@cantinegini.it
 
Cantina delle Colline Pisane – Via Livornese, 9 – 56040 Cenaia – Crespina (PI)  –  tel. +39 050 643996; fax +39 050 642747;  e-mail: info@cantinacollinepisane.it; web:  www.cantinacollinepisane.it
 
Biscottificio Pasquinucci – Perignano. Via Antonio Gramsci 18 – 56035 – Lari (PI) e-mail: bisconucci@virgilio.it 
 
Salumificio BM –  Via Lavoria, 41 – 56040 Cenaia – Crespina (PI)
Fax:  050799769 e-mail: salumificiobm@interfree.it 
 
Buffetti / Giani Mila – Viale Italia, 58 – 56038 Ponsacco (PI) tel. 0587 730028; e-mail: info@gianimila.it   web: www.gianimila.it

¹Per gli amanti delle note e delle definizioni, qualche breve riferimento bibliografico:

Intermedia, etimologicamente sta ad indicare la pluralità di mezzi espressivi e linguistici utilizzati. In campo artistico, il termine è stato utilizzato a partire dagli anni ’60 da Dick Higgins ad esprimere la contaminazione delle modalità di media non più incasellabili in una definizione classica di pittura, scultura, teatro, scrittura. Con gli happenings e le performances comportamentali, le azioni degli artisti e del pubblico che da essi viene sollecitato, entrano di diritto nello statuto dell’arte. Non solo il corpo

Cfr. http://en.wikipedia.org/wiki/Intermedia

G. Dorfles, Ultime tendenze nell’arte d’oggi. Dall’Informale al Neo-oggettuale. Milano, Feltrinelli 2000, 17a ed. agg. e corretta, pp.158-60.Cfr. per il termine performance nell’ambito delle artisti visive e per la piega “relazionale” che ha accentuato: A. Detheridge, Scultori della speranza. L’arte nel contesto della globalizzazione, Torino, Einaudi 2012, pp.16-24 e 221-37, in partic. p. 229 “Nella performance [dagli anni ’90] l’artista assume una posizione decentrata, marginale, attento alla relazione intersoggettiva con il proprio pubblico che non deve essere sfidato ma coinvolto”.

Annunci