IMG_6013Con grande piacere la nostra associazione ha accolto l’invito da parte dell’Associazione culturale Fuori dal Guscio a partecipare ad una mattinata dedicata ad uno dei protagonisti indiscussi e poetici del Natale: l’Albero… Tanti, sorprendenti nelle più diverse fogge, rigorosamente fai da te e soprattutto costruiti a casa, con materiali di recupero, gli Alberi di Natale sono stati origine e causa di una festosa mattinata. Un appuntamento che ha tenuto impegnati insieme grandi e piccini, chi nell’ideazione, chi nella verifica della fattibilità dei piccoli progetti, chi nella ricerca dei materiali, chi nella decorazione… A presentare le regole del gioco e la premiazione del concorso era Paola Fiaschi, che ha fin da subito mostrato anche i misteriosi sacchettini contenenti i premi speciali che si aggiungevano ai premi per i primi tre classificati: biglietti omaggio per la stagione teatrale dei ragazzi di Cascina! Un favoloso inno alla creatività, alla fantasia e all’attenzione per l’ambiente e per la seconda vita, decisamente nobile, degli oggetti. La giuria era composta da Fuori dal Guscio e Fuori dal Museo: Elena Liverani e Rachel Inman, entrambe provenienti dall’Accademia di Belle Arti e militanti nell’associazione Fuori dal Guscio e Francesca Pepi, con una formazione storico-artistica e rappresentante dell’Associazione Fuori dal Museo! Nel loro saluto, è stata sottolineata l’importanza dell’impegno per costruire l’allegria, per uscire fuori dalle strade prestabilite e convenzionali, per trovare una forma diversa di condivisione, che vada oltre il senso cupo della crisi e dell’appiattimento culturale…

Ora gli alberelli torneranno nelle case, forse, ma non solo…. per molti di loro è già assegnata una nuova vita sarà “Fuori” …dal guscio: ad allietare con il loro colore e l’originalità spazi pubblici, soprattutto quelli dove si rende ancor più necessaria la presenza di un sorriso che queste simpatiche, bizzarre, creature sono capaci di portare: un ambulatorio pediatrico, una casa di riposo, solo per citarne alcune prossime destinazioni…

Il 1° posto è stato vinto però dall’Asilo Nido

Ci siamo salutati festosamente scambiandoci gli auguri, notando che impegno, passione, generosità, creatività possono non essere solo parole vuote, ma frutto e alimento di un percorso comune, un ponte verso il futuro.

Nel buio delle lunghe notti di dicembre (oggi inizia l’inverno…) gli alberi di Natale sono stati inventati a portare la luce, a rispondere ad una profonda esigenza inscritta nello spirito.

Ancora un solstizio insieme, ci siamo detti, quasi sorpresi della casualità e volendola interpretare come un invisibile disegno che ci spinge a renderci non tanto protagonisti (non è questo il senso dei progetti elaborati o condivisi), ma lieti e consapevoli partecipi di momenti comuni densi di senso, immersi in un microcosmo che non teme di rispecchiarsi nel macrocosmo.

Le foto della premiazione del concorso su Facebook: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.859433397442004.1073741859.342119302506752&type=1

Annunci