I Luoghi sospesi

Resilienze1Luoghi sospesi sono le destinazioni di un prossimo itinerario di ricerca ai confini tra marginalità e incanto, nomadismo, identità migranti, bellezza e stupore. Stili di ricerca che contrassegnano la nostra associazione permangono mettendosi alla prova con la “resilienza” dei luoghi, il desiderio nascosto di continuare a narrare attraverso il silenzio e attraverso momenti estemporanei e organizzati di convivialità collettiva, trovando un momento liberatorio nella Festa.

Intimismo e spinta alla condivisione pubblica si confrontano, arrivano a fondersi in forme democratiche o selettive; si intersecano, si interrogano, si susseguono… sostenute dalla ricerca intorno al destino dei Luoghi e di coloro che li abitarono o li abiteranno…con la propria energia mentale, fisica e morale.

Questi “Luoghi ospiti” si configurano come spazi ipotetici, da verificare, di possibili “Utopie”, ora concentrate ed ascetiche, ora combattive e indignate, ora allegre fino all’ilarità.

Una ricerca nelle radici profonde del vivere e nell’abitare il nostro Tempo.

Per una bibliografia (in fieri…)

P. L. Cervellati, L’arte di curare la città (Bologna, Il Mulino 2000);

F. L. Wright, La città vivente (Torino, Einaudi, 1991)


Resilienze2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...